Colori della Repubblica Italiana
   
VISTI
 
IN GENERALE
 
Informazioni generali su normativa, tipologia e requisiti dei visti d’ingresso in Italia sono disponibili sul sito Il Visto per l'Italia del Ministero degli Affari Esteri Italiano.
 
Per richiedere un visto presso il Consolato Generale d’Italia in Istanbul, i cittadini turchi e stranieri regolarmente residenti nella circoscrizione consolare (province di Amasya, Artvin, Bilecik, Bursa, Canakkale, Corum, Edirne, Erzurum, Erzincan, Giresun, Gumushane, Igdir, Sakarya, Kocaeli, Istanbul, Ardahan, Bayburt, Kars, Kirklareli, Ordu, Rize, Samsun, Sinop, Sivas, Trabzon, Tokat, Tekirdag, Yalova) possono usufruire del servizio di outsourcing gestito dalla società IDATA Istanbul,  società privata autorizzata a ricevere le domande di visto.   La valutazione e la decisione in merito alle stesse è comunque di totale competenza dell’Ambasciata.
Si possono ottenere informazioni telefoniche qualsiasi giorno lavorativo, dalle ore 8.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle ore 18.00 rivolgendosi ad IDATA al numero di telefono  (+90) 444 8493.
Gli utenti che desiderano chiedere informazioni o presentare domanda di visto direttamente allo sportello del Consolato Generale devono fissare un appuntamento chiamando IDATA al numero di telefono  (+90) 444 8493, qualsiasi giorno lavorativo, dalle ore 8.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle ore 18.00. 
Tali servizi telefonici sono offerti da IDATA gratuitamente e sono soggetti al solo costo ordinario della telefonata.
 
PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
 
Gli utenti possono presentare domanda di visto qualsiasi giorno lavorativo, presso le sedi di IDATA, senza bisogno di appuntamento, dalle ore 8.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle ore 16.30.
Il servizio della società IDATA Istanbul ha un costo che non comprende quello del visto.
L’importo per le spese amministrative per il trattamento della domanda di visto deve essere corrisposto al momento della presentazione della domanda in lire turche ed esclusivamente in contanti.  Le tariffe attuali per ciascuna tipologia di visto sono pubblicate alla pagina:   
TARIFFA_VISTI_2014_1_TRIM.    
TARIFFA_VISTI_2014_II_TRIM 
L'importo percepito verrà comunque introitato in quanto esso non è dovuto per l’emissione del visto ma per la trattazione amministrativa della pratica.
 
Si consiglia di presentare le domande con congruo anticipo rispetto alla data di partenza. Le domande di visto possono essere accettate, di norma,  almeno 7 giorni lavorativi prima delle  data delle partenze programmate.
Sono richiesti 4-5 giorni lavorativi per l’emissione del visto, ma vi possono essere variazioni nei tempi a seconda della cittadinanza del richiedente, della stagionalità e della tipologia del visto richiesto.
COSA PRESENTARE PER L’OTTENIMENTO DEL VISTO Il Consolato, ritenendolo opportuno, potrà richiedere documentazione ulteriore e diversa da quella indicata negli elenchi che seguono.

Formulario di richiesta del visto SCHENGEN 

Formulario di richiesta del visto NAZIONALE 

I formulari dovranno essere accuratamente compilati in ogni voce, firmati e muniti di 2 foto recenti
• fotocopia delle pagine salienti del passaporto (pagine con foto, rinnovi, visti Schengen già ottenuti ed ultima pagina)
• Assicurazione di viaggio di durata corrispondente al viaggio od ai viaggi che si intraprenderanno per l’area Schengen, con copertura minima per spese di ospedalizzazione di 30.000 €
• Prenotazione alberghiera e del biglietto di viaggio
• Nel caso di minorenni si dovrà presentare la domanda di visto sottoscritta da entrambe i genitori qualora questi viaggiassero con essi, o l’assenso notarizzato del genitore che non effettua il viaggio

OGNI TIPOLOGIA DI VISTO RICHIEDE INOLTRE LA PRESENTAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE SPECIFICA CHE SI ELENCA QUI SOTTO:

1 - TURISMO

• Per i lavoratori dipendenti:
- attestazione del datore di lavoro firmata e redatta su carta intestata della ditta
- Circolare firme della propria ditta (non più vecchia di un anno)
- statino paga
- iscrizione presso l'assicurazione sociale (SSK), compreso elenco totale premi SSK
- copia dei conti bancari personali, oppure estratto conto bancario (ultimi 6 mesi) timbrato e firmato dalla banca con allegata relativa circolare firme della banca
- atti di proprietà
• Se liberi professionisti o dirigenti:
- fotocopia del cartellino tasse e iscrizione all’albo professionale relativo (rilasciato negli ultimi tre mesi)
- conti bancari della ditta o personali (conti correnti, oppure estratto conto bancario - ultimi 6 mesi - timbrato e firmato dalla banca con allegata relativa circolare firme della banca)
- atti di proprietà
• Se pensionati:
- originale e fotocopia del libretto di pensione
- conti bancari personali
- atti di proprietà

ATTENZIONE: coloro che sono invitati da cittadini italiani o da stranieri residenti in Italia devono presentare una lettera d'invito  accompagnata da una copia della carta d'identità dell'invitante e una fidejussione bancaria, nel caso l’invitato non dimostri autonome garanzie, il cui ammontare potrà essere visionato secondo la seguente tabella per l'ingresso nel territorio nazionale per turismo. La predetta fidejussione bancaria dovrà sempre essere presentata in originale.  
Modello di Dichiarazione di Garanzia e/o Alloggio 
 
2 - AFFARI
Il visto per affari consente l'ingresso in Italia per uno o più soggiorni di breve durata (fino a 90 giorni), per finalità economico-commerciali.

• Dipendenti
- lettera su carta intestata della propria ditta (preferibilmente in turco/inglese) nella quale si dichiara il motivo del viaggio, le date del viaggio e si impegna in caso fosse necessario a sostenere le eventuali spese sanitarie e di soggiorno del dipendente.
- copia fotostatica di un documento di identità in corso di validità (eventuale permesso di soggiorno) del sottoscrittore della lettera di invito
- lettera o fax di invito su carta intestata, con specificate le motivazioni, sottoscritto dal responsabile legale della ditta italiana invitante (con la precisazione del nominativo del sottoscrittore)
- Circolare firme della propria ditta (non più vecchia di un anno).
- cartellino tasse.
- certificazione sulle attività della ditta dalla Camera di Commercio o Industria (rilasciato negli ultimi tre mesi).
- iscrizione presso l'assicurazione sociale (SSK), compreso elenco totale premi SSK
- statino paga
- fatture di acquisto, lettere di credito,contratti o lettere d’incarico d’affari
- gazzetta ufficiale del commercio
- estratti conto e libretti bancari della ditta dai quali si evincono movimenti degli ultimi sei mesi (gli estratti conto devono essere timbrati e firmati dalla banca con allegata relativa circolare firme della banca).

• Industriali e Commercianti
- lettera su carta intestata della propria ditta (preferibilmente in turco/inglese) nella quale vengono esposte le motivazioni del viaggio
- copia fotostatica di un documento di identità in corso di validità (eventuale permesso di soggiorno) del sottoscrittore della lettera di invito
- lettera o fax di invito su carta intestata, con specificate le motivazioni, sottoscritto dal responsabile legale della ditta italiana invitante (con la precisazione del nominativo del sottoscrittore)
- Circolare firme della propria ditta (non più vecchia di un anno)
- cartellino tasse
- certificazione sulle attività della ditta dalla Camera di Commercio o Industria (rilasciato negli ultimi tre mesi)
- fatture di acquisto, lettere di credito,contratti o lettere d’incarico d’affari.
- gazzetta ufficiale del commercio
- estratti conto e libretti bancari della ditta dai quali si evincono movimenti degli ultimi sei mesi (gli estratti conto devono essere timbrati e firmati dalla banca con allegata relativa circolare firme della banca)

• Liberi Professionisti
- atto di conferimento d'incarico (vidimato dall'ufficio notarile) da parte della ditta turca
- Circolare firme della ditta mandante (non più vecchia di un anno)
- lettera o fax di invito, con specificate le motivazioni, sottoscritto dal responsabile della ditta italiana invitante (con la precisazione del nome del sottoscrittore).
- copia fotostatica di un documento di identità in corso di validità (eventuale permesso di soggiorno) del sottoscrittore della lettera di invito
- cartellino tasse
- iscrizione all'albo professionale di appartenenza per categoria (rilasciato negli ultimi tre mesi)
- estratti conto e libretti bancari della ditta dai quali si evincono movimenti degli ultimi sei mesi (gli estratti conto devono essere timbrati e firmati dalla banca con allegata relativa circolare firme della banca)
- fatture di acquisto, lettere di credito,contratti o lettere d’incarico d’affari

3 - STUDIO
Il visto per studio consente l'ingresso in Italia a coloro che intendono seguire corsi universitari o di studio della lingua italiana ovvero corsi di formazione professionale.

- certificato d’iscrizione presso l’Istituto d’Istruzione
- certificazione di accreditamento dell’Istituto presso i competenti enti pubblici se trattasi di Istituto d’Istruzione privato
- ricevute di pagamento delle tasse scolastiche
- documentazione attestante eventuali borse di studio erogate
- certificazioni attestanti la frequenza di corsi di lingua italiana di base per studi di lingua (per la frequenza di corsi universitari di primo livello dati in lingua italiana, l’accertamento della conoscenza della lingua avverrà in sede di colloquio presso il Consolato Generale)
- garanzie economiche personali o dei propri genitori, documentabili mediante attestazione bancaria che certifichi la diponibilità di un importo equivalente a 27,89 € per ogni giorno di durata del visto richiesto (per corsi universitari di primo e secondo livello sarà sufficiente dimostrare la disponibilità finanziaria di 350,57 € mensili, per ogni mese di durata dell'anno accademico). Estratti conto e libretti bancari propri o dei propri genitori dai quali si evincano i movimenti degli ultimi sei mesi (gli estratti conto devono essere timbrati e firmati dalla banca con allegata relativa circolare firme della banca)
- i minorenni (dai 14 ai 18 anni), possono frequentare corsi di studio nell’ambito di scambi culturali, disponendo delle apposite autorizzazioni delle Autorità italiane competenti 
(link scuola)

4 - GARE ED ATTIVITA’ SPORTIVA

- lettera su carta intestata della società sportiva nella quale si dichiara il motivo del viaggio, il periodo, l’elenco degli atleti nonchè degli accompagnatori, la cui presenza sia richiesta dal tipo di attività
- lettera o fax di invito da parte della Federazione sportiva italiana competente o dal C.O.N.I., con indicazione dei nominativi dei partecipanti
- per gli atleti minorenni, assenso di entrambi gli esercenti la patria potestà
- garanzie inerenti vitto, alloggio e coperture assicurative, da parte della società sportiva

5 - LAVORO:

• Autonomo
DATA LA MOLTEPLICITA’ DI TIPOLOGIE DI LAVORO AUTONOMO PER LE INFORMAZIONI RELATIVE SI RIMANDA AL SEGUENTE SITO DEL MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI (IN LINGUA ITALIANA, INGLESE, FRANCESE, SPAGNOLA): www.esteri.it/visti/index.asp

Subordinato
- Autorizzazione al lavoro rilasciata dalla Direzione provinciale del Lavoro in Italia/Sportello unico.
- Nulla Osta della Sportello unico per l’immigrazione competente.
ATTENZIONE: Poichè si riscontra frequentemente che le domande per la tipologia di visto di cui al presente paragrafo sono presentate con grande ritardo rispetto alla data dei Nulla Osta, con conseguenti gravi problematiche nella trattazione delle pratiche, si raccomanda di far domanda di visto immediatamente dopo aver ricevuto la notizia del rilascio del Nulla Osta

6 - TRASPORTO
(documentazione da presentarsi sempre in originale e copia a meno che sia diversamente specificato)

- Lettera d'impegno su carta intestata della società (riportante nome e firma del responsabile) con indicati persorso e destinazione del trasporto e numero di targa del mezzo
- dichiarazione dell’autista contenente gli esatti periodi di permanenza in area Schengen durante il periodo di validità del visto di cui si è usufruito (modello di dichiarazione in turco)
- attestazione da parte dell'associazione di categoria
- Circolare firme della ditta
- fotocopia della patente di guida
- iscrizione presso l'assicurazione sociale (SSK), compreso elenco totale premi SSK
- documento di assunzione
- formulario CMR o del CARNET TIR debitamente compilati
- autorizzazione Ministero dei Trasporti (C2)
- Gazzetta ufficiale commerciale della ditta

7 - VISTI DI TRANSITO

- visto o permesso di soggiorno del paese di destinazione
- biglietti di viaggio confermati
- viaggiando con autovettura: documentazione del veicolo

8 - RICONGIUNGIMENTO FAMIGLIARE
con: coniuge non legalmente separato; figlio/i minore/i a carico, anche del coniuge o nato/i fuori del matrimonio, non coniugato/i ovvero legalmente separato/i, a condizione che l'altro genitore, qualora esistente, abbia dato il suo consenso; genitori a carico; parenti entro il terzo grado a suo totale carico ed inabili al lavoro.

- Nulla Osta della Questura al ricongiungimento familiare o, per i congiunti di cittadini della Unione Europea stabilmente residenti in Italia, la domanda di costoro conforme al seguente modello: richiesta di visto per ricongiungimento famigliare
- certificazioni attestanti il legame famigliare (documentazione dello stato civile turco debitamente legalizzata a mezzo Apostille Conv. dell’Aja del 1961)
- comprova della condizione di essere a carico, quando questa rappresenta un requisito (presentare copia di rimesse valutarie e documentazione atta a dimostrare il reddito dei familiari in Turchia)

ATTENZIONE: Poichè si riscontra frequentemente che le domande per la tipologia di visto di cui al presente paragrafo sono presentate con grande ritardo rispetto alla data dei Nulla Osta, con conseguenti gravi problematiche nella trattazione delle pratiche, si raccomanda di far domanda di visto immediatamente dopo aver ricevuto la notizia del rilascio del Nulla Osta


Mappa |  Note Legali |  Credits |  F.A.Q.